Salta al contenuto

Donne bisognose d’aiuto

Ho da sfogare ‘sta cosa.

Due giorni fa mi risvegliavo da un meraviglioso sonnellino dopo pranzo ed erano circa le quattro e mezza del pomeriggio quando ho preso in mano il mio smartphone (si scoprirà di seguito che non è tanto smart oppure non lo sono io) e, tirando un grande respiro, ho cercato un posticino bello bello dove svernare per qualche giorno.

Già in mattinata l’omino dall’occhio ceruleo dell’agenzia di viaggi mi aveva detto che per me non aveva soluzioni, ma io non demordo: ho la mia strategia.

Così ho guardato sui soliti siti internet che raggruppano numerose offerte e su uno di questi ho letto di una meravigliosa incredibile offerta proposta da un hotel lusso di Santorini. L’offerta mi pareva esattamente quanto stavo cercando e, notando che lo sconto riguardava solo le prenotazioni effettuate con il cellulare, ho pensato di dare uno scopo al mio smartphone nuovo nuovo. Tra la ricerca e la conferma all’hotel ho controllato la disponibilità di voli e quindi ho chiuso il cerchio in dieci minuti con due belle prenotazioni non rimborsabili.

Sorrisi, felicità, messaggi ai familiari e agli amici.Dieci minuti dopo ho realizzato di aver prenotato l’incantevole camera a Santorini per ottobre, dal 12 al 25.

Di qui l’attuale tragedia.

Ne sono seguite innumerevoli telefonate a hotels.com e una supplichevole lettera al direttore dell’hotel affinché mi conceda la cancellazione a gratis invece che con la penale del 50% come parrebbe. Ovviamente in tutta l’isola non esiste alternativa decente per agosto se non pagando una follia: un amico mi ha consigliato di andarci in sacco a pelo. Seh.
Il risultato dei soldi dati al vento lo saprò solo lunedì, quando il direttore dell’hotel mi risponderà. Il volo, con quelle date fissate, non lo utilizzerò e mi rimborseranno solo le tasse aeroportuali.
Nel frattempo ogni voglia di spostarmi oltre ai trenta chilometri da casa m’è ampiamente passata. Magari potrei passare il tempo dipingendo i muri di casa di bianco e blu.

Sii il primo a commentare