Skip to content

Joker e Harley Quinn

Uno degli sport preferito da Henri è scorazzare in mountain bike per i monti irti, non frequentati, innevati talvolta e degni del più classico racconto sui vampiri.

L’idea che si prepari in tutina acrilica aderente, nascondendo magari anche il volto, e che la notte scorsa, mentre io sorseggiavo piano un infuso di camomilla fumante, avvolta in una coperta di mobido pile, Henri stesse pedalando in direzione nord immerso nel buio più totale ad eccezione della luce della luna e della lampadina posta sulla bicicletta, me lo fa imaginare come un supereroe.
In vetta: buio e neve.

Mi sono quindi rivista nell’amante del supereroe, chiedendomi come posso essere ai suoi occhi e in chi mi rivedo. Qualcuno sostiene che le fidanzate siano il punto debole dei supereroi, ma da una passata veloce ai loro nomi e con un ricordo alle loro caratteristiche, fatte salve poche eccezioni, appare chiaro che le promesse spose dei supereroi sono altrettanto temerarie, tenaci e avvenenti.

Non ci sono mai fidanzate bruttine o insipide e nessun supereroe appare sposato: tutto come nella mia realtà. Le donne dei supereroi sono tutte in splendida forma fisica, pronte a lottare, audaci e mascoline, da un punto di vista psicologico: non si lasciano cioè prendere da teneri sentimenti, da riflessioni sulla fedeltà o il futuro, nè le ricordo intente in noiose operazioni quotidiane. Confermo: tutto come nella realtà.
La più banale delle fidanzate è forse Loris Lane, amata da Clark Kent – Superman, giornalista paziente: si sposeranno miracolosamente negli anni novanta. E anche in questo caso, l’infinita pazienza, nell’accezione di far passare il tempo senza infastidire il mio amato, è come nella mia realtà.
Se penso a Mary Jane Watson, la rossa giovane fidanzata di Spiderman è stata prima studentessa, poi attrice e top model, e anche lei, come Loris Lane, mantenne a lungo il segreto sul fatto di conoscere la vera identità dell’amato.

Batman e Julie Madison, ovvero Portia Storme, studentessa di legge, ma non molto paziente perchè lascerà Bruce, che, va detto, a differenza dei precedenti supereroi, non era un uomo molto fedele.
Virgina – detta Pepper – Pots, fidanzata di Ironman, prima sua segretaria, poi donna d’affari; e poi Capitan America e Sharon Carter, Hulk e Betty Ross, Daredevil e Elek, Aquaman e Mera, Susan Storm e Reed,  Flash Gordon e Dale, Jean Grey & Cyclops, Sue Storm & Reed Richards, Black Canary & Green Arrow, Olivia e Braccio di Ferro e infine Joker e Harley Quiin.

Ecco, in Joker e Harley Quiin ci rivedo bene noi due.

 

Tenente GQ Edwards: Questo è l’accordo: chi disobbedisce muore; chi tenta la fuga muore. Innervositemi o irritatemi…
Harley Quinn: Io so essere molto irritante. Ti volevo solo avvertire.
GQ Edwards: Morirai.

 

7 Comments

  1. sarà perché i fumetti li leggo poco ma le fidanzate dei super eroi le conosco poco. Allora il tuo super eroe è arrivato in cima?

    • annw annw

      Sì, è arrivato in cima! Puoi vedere questa Harley Quinn anche al cinema in Suicide Squad.

  2. questa harley comunque è figa in un modo che supera tutte le altre, sia di harley che di fidanzate di supereroi in genere.

    • annw annw

      L’hanno immaginata e realizzata veramente bene. Sono assolutamente d’accordo con te.

    • annw annw

      Loris che? Non è un nome da maschio? Credo di non poter aggiungere altro.

      • Lois è il nome corretto della ganza del kriptoallergico.
        Tu hai scritto Loris.

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: