Skip to content

Fernet e Cola

Sono uscita dalla doccia nel mio accappatoio rosa con i bordi delle maniche neri per l’immancabile abitudine di passarmele sugli occhi e hanno suonato al campanello. Mi immaginavo che fosse il mio vicino, ma quello di destra, mica altri. Invece erano quelli di sopra. Lui ha indietreggiato imbarazzato, mentre lei non ha fatto una piega: d’altronde fa la parrucchiera ed è anche abituata a vedere teste bagnate.
Tutto questo perché dovevano parlarmi di lavoro.
Lavoro il venerdì sera? Le ho dato il mio sorriso da struccata e un biglietto da visita e ho rimandato tutto a lunedì.
A due passi dalla porta però ho trovato il frigorifero e la mia voglia di Fernet e Cola. Un sorso e….

m’è tornato in mente lui, il truhan …

Confieso que a veces soy cuerdo y a veces loco,
y amo así la vida y tomo de todo un poco.
Me gustan las mujeres, me gusta el vino,
y si tengo que olvidarlas, bebo y olvido.

Y es que yo
amo la vida y amo el amor.
Soy un truhán, soy un señor,
y casi fiel en el amor.

Qualche anno fa nella mia vita successe questo.
Conobbi Fa e fu bello, lui dimagrì e io non dormì.
Un paio di mesi dopo andai a Bordeaux e mentre stavo appollaiata su uno sgabello, mi passò davanti il truhan. Sorrideva e stava cercando di organizzare un “row material party“, lasciando qua e là sulle pareti dei biglietti, un po’ come quelli che lasciano gli studenti che vogliono dar ripetizioni o le signore delle pulizie.
Vuoi che mi lascio scappare uno che vuol far festa? Io che poi invece di essere in un hotel sono in un appartamentino ammobiliato attico terrazzato con chairs long?
La sera stessa ero su una bicicletta con lui che pedalava in salita, un’ora dopo ballavo in un appartamento in cui c’era molto più alcol che cibo, nonché una percentuale altissima di gente proveniente da mezzo mondo. Francesi pochi.

E mentre lui sosteneva su quelle lenzuola bianche che sono fragile, e io lo ero, mentre facevamo cose di cui avevo bisogno e che mi facevano ridere, mi cucinava come un asado.
Una settimana dopo ero in braccio a lui su un ponte veneziano, un mese dopo ero a casa sua a Mendoza e bevevo Malbec e …  Fernet e cola.

L’ho detto.
E’ finita in pianti, che si sappia, ma lui cucinava e faceva l’amore divinamente.

Ora è il caso che vada ad asciugarmi i capelli.
Life is beautiful. And short. 
E penso a Menteminima che dice che io sono pazza.

confucio

Soundtrack: Julio Iglesias – Un Truhan Soy un Señor 

15 Comments

  1. Dici che è da provare? Mia moglie mi caccia di casa, stasera ha stappato un Carmenere Più che va giù che è una meraviglia

    • Bachelorette Bachelorette

      a me piace. sono gusti… con una dieta a base di carne il fernet aiuta la digestione… tu cosa mangi di solito?

      • di tutto, con preferenza per le bistecche e le patatine (come dice Rocco)

        • Bachelorette Bachelorette

          quindi il fernet e cola ci può stare benissimo

  2. Una scampenellata inopportuna ha risvegliato ricordi passati ma molti piacevoli. Come ogni cosa ci sono sempre due facce della stessa medaglia Una positiva e una negativa.
    Felice fine settimana

  3. Cucinare è una cosa bella. Stasera ho marinato lo sgombro e l’ho ripassato in padella con la cipolla… Mi serviva qualcosa da abbinare al bianco. 🙂 Niente male.
    Ciao Bachelorette…

    • Bachelorette Bachelorette

      un cuoco anche tu! bravo

  4. lui dimagrì e io non dormì …
    no, no sei normale! 🙂
    Ti consiglio Fernet e menta alcolica con lui nudo perché perde a strip poker

    • Bachelorette Bachelorette

      l’idea è bella, solo che non so giocare a poker. rischio di rimanere nuda io per prima

  5. Facci sapere che volevano quelli del piano di sopra… 🙂

    • Bachelorette Bachelorette

      eh, non so se posso… mi par che sia una cosa privata…

    • Bachelorette Bachelorette

      Così, per dire che poi lunedì i miei vicini al lavoro mica si sono visti… meglio… però mi ero messa anche vestita con criterio per bilanciare lo spettacolo indecoroso di venerdì…

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: