Skip to content

Sarto per signore

C’erano lui, lei, l’altra o le altre, il tonto, il presunto furbo, l’ ingenua, la suocera impicciona.

  • Ma a te di solito queste storie di tradimenti non piacciono …

  • È vero, ma in questo caso ho riso tanto. Gli attori erano tutti bravissimi. Mi è piaciuta la suocera impicciona. Aveva un tono di voce acuto e dei modi enfatizzati particolarmente calzanti sul personaggio. I costumi erano curati, presi quasi sicuramente da vecchi guardaroba o negozi dell’usato. Mi piace il teatro all’aperto d’estate. Mi piace persino che faceva freddo, perché minacciava di piovere, ed eravamo in pochi seduti sulle sedie di plastica e a me pareva uno spettacolo d’elite, in mezzo al parco, con il profumo di tigli, come se fossimo una piccola corte.

Del teatro mi piace la sensazione di sogno, romantica, poetica o anche cruda o lontana dalla mia vita, che mi accompagna anche dopo le due ore passate durante lo spettacolo. Solo un libro mi fa quell’effetto, ma con un libro non ho mai riso.

Sartor par femene

Soundtrack: Ex-Otago – Va tutto bene

 

 

Be First to Comment

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: