Skip to content

Pussy Riot e i miei incontri del martedì

Dopo un interressantissimo incontro con l’illustratore messicano Gabriel Pacheco, la mia fortuna mi porterà ad incontrare Dimitri Ozerkov, l’uomo che sta rivoluzionando l’Ermitage, curatore di Hermitage 20/21, l’amplia collezione sull’arte del ventesimo e ventunesimo secolo.

“Il mondo dell’arte contemporanea è dove i problemi del mondo sono discussi”

Ozerkov, un belloccio medio di 38 anni, che parla bene l’italiano, ha iniziato la sua carriera presso il museo 14 anni fa (mi pare), con una ricerca sulle incisioni francesi del 18 ° secolo (sempre mi pare). In quel periodo, sostenuto da un gruppetto di specialisti, si impegnò per trasformare l’immagine poco brillante dei musei in Russia.

L’arte contemporanea in Russia è spesso fonte di scontro.
Sono gente calda i russi.

Uno dei rapporti più interessanti è quella tra il gruppo di street art Voina e lo stato. Il gruppo fu imprigionato per diversi mesi nel 2010 per aver rovesciato delle auto della polizia, ma solo un anno dopo gli fu assegnato il premio sull’innovazione sponsorizzato dal governo russo. Il premio consisteva in un fallo gigante, che il gruppo disegnò imbrattando il lato di un ponte di fronte alla sede della Federal Security Services, successore del KGB.
Poi, naturalmente, ci fu il processo alle Pussy Riot il gruppo punk rock che aveva catturato l’attenzione del mondo.
Questa negli ultimi anni è stata l’arte moderna in Russia.

In questo contesto, sembra quasi impossibile pensare l’arte contemporanea russa senza pensare il suo rapporto con la politica.
Per queste ragioni, Ozerkov conserva ancora una fede appassionata nel potere dell’arte contemporanea per unire le persone, piuttosto che metterli in contrasto.

Devi fare una domanda o più al russo.
Cosa gli chiedi?
E soprattutto, cosa mi metto?
Mi vesto da donna russa sotto i trent’anni oppure da Pussy Riot come se andassi a cena da Frank Underwood?

4 Comments

  1. Sii te stessa. E’ il miglior vestito.
    Serena serata e una felice Pasqua

  2. Da fan di Spacey/Underwood voto per una mise da Pussy Riot… coi capelli verdi 🙂

    • rO rO

      Hai guardato tutta la serie? Io mi sono fermata alla terza stagione. Iniziava ad annoiarmi.

      • Sto guardando la quarta. Le prime due sono state le migliori, ma sono curioso di sapere come andrà a finire.

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: