Skip to content

Le inviolate vette del Pamir

Mi capita a volte di prendermela con il mio telefono. Normalmente quando ne ho bisogno urgente, lui decide di non funzionare.  Il mio telefono è uno di quelli intelligenti, uno di quelli che, al mattino,  ti dice quello che devi fare, ti dice quello che è successo durante la notte, ti ricorda di fare gli auguri a quel tizio o a quella tizia. Immagino lui non voglia essere il telefono di una persona maleducata, anche se a volte lo deludo con il mio totale disinteresse per i suoi inviti. Questo telefono molto intelligente ieri ha deciso di non funzionare e io mi sono innervosito molto.  Stavo facendo la spesa, che di per sé è già una occupazione poco piacevole soprattutto di domenica, e niente, non non ne voleva sapere. Ho spento, acceso, spento, acceso. Niente. Ho spento, tolto la batteria, rimesso la batteria, riacceso. Niente. Ho spento, tolto la batteria,  tolto la sim, rimesso la sim, rimesso la batteria, riacceso. Niente. Tutto questo mentre facevo la spesa. Mi muovevo a testa bassa guardando ogni tanto gli scaffali e la lista della spesa. Un cane sciolto, in pratica. Si dà il caso che io sia una persona sufficientemente dipendente dalla rete.

l’evidenza dell’utilità dei telefoni intelligenti

Mi piace sapere quello che succede, avere gli aggiornamenti del caso, poter essere raggiungibile e poter raggiungere. Impressionante quanto un telefono che non funziona possa farmi sentire lontano dalla civiltà come fossi stato abbandonato sulle inviolate vette del Pamir.

Ad un  certo punto l’illuminazione.

Però che palle che questi aggeggi intelligentissimi abbiano bisogno dei soldi, per funzionare.

Soundtrack: Clap Your Hands Say Yeah – Upon This Tidal Wave

22 Comments

  1. E’ fin troppo intelligente! Vuole la paghetta, altrimenti incrocia l bit.
    E tu? Glieli vuoi negare?

    • Fa Fa

      Ci mancherebbe! Sono corso a dargli quanto chiedeva senza battere ciglio! Però poteva ricordarmelo!

      • Allora non è cosi intelligente come vuol apparire.

        • Fa Fa

          Ho cercato di spiegarglielo gentilmente.

  2. il mio funziona senza, peccato che invece la batteria va ancora caricata

    • Fa Fa

      Mi spieghi il trucco?

      • mi spiace, i super-poteri o ce li hai o te li inventi 🙂

    • ro ro

      Nel senso che te li mette Luno?

      • No, in realtà è il contrario, sono io che “sovvenziono” Iuno (che però mi telefona).

        p.s. anche se Luno è un nome molto più fiqo, Iuno si chiama così, come Giunone (Iuno – Iunonis) perché è giunonica! (e perché I è l’iniziale del suo vero nome).

        • ro ro

          A me il nome Luno piace un sacco.

  3. ro ro

    Io conosco quei bicchieri! E anche quei pop corn ben imburrati!!

    • Fa Fa

      Sono sempre così rassicuranti, quei bicchieri! 🙂

      • ro ro

        Clap clap and say Yes!

    • Fa Fa

      In effetti, tutto quel servilismo nei miei confronti avrebbe dovuto insospettirmi. 🙂

  4. Ricordasse anche a me di essere caricato di denaro sarebbe un bene che mi sn accorta x caso che avevo un misero euro! X il resto nn è che uso il telefono chissà quanto. .. lo accendo in pausa pranzo sperando di leggere qualchw post interessante e poi basta… praticamente pago x nn usarlo >_>

    • Fa Fa

      Io non lo spengo mai. Ma ogni tanto dovrei.

        • Fa Fa

          Prometto che ci proverò.

  5. Perché uno diventa un ex | FarOVale Perché uno diventa un ex | FarOVale

    […] c’è qualcosa che non va, un po’ come il telefonino di Fa, per chi s’è letto il post. Una settimana fa ha iniziato a lampeggiare la spia con il termometro immerso nell’acqua. […]

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: