Skip to content

Cose da blogger: lo snervamento del self hosting

Se hai un sito con dominio self hosting devi reindirizzare gli DNS se vuoi che sia possibile commentare sotto ai post nella versione APP mobile di WP.

Ci sono questioni che mi snervano, questioni da blogger veri.
Quando ho iniziato il delizioso hobby, che avrebbe dovuto arricchirmi, bevendo dell’alcol in saune fumose (v. about di questo meraviglioso blog), non avevo alcuna idea che oggi mi sarei ritrovata a sbuffare contro WordPress (sì, con W e P maiuscole, così i guru italiani a Vienna sono contenti che non gli storpio il nome).

L’antefatto, cioè la penosa pensata chiusura del blog a fine novembre 2015, che io ho deciso senza alcun referendum pubblico o consultazione interna, si è trasformato in una noiosa pratica burocratica e in infiniti email nel momento in cui un movimento dal basso ne ha richiesto l’apertura.

Considerandolo un regalino d’anticipo sul compleanno di Love2Lie, il blog è tuttavia riapparso con un proprio dominio <www.farovaleblog.com>, il che consente che io mi possa divertire con Yoast, con il CSS o improbabili plugin che nella versione gratuita non si possono installare, accrescendo le mie competenze in digital marketing.

 

Purtroppo nella fresca riapertura non è stato possibile importare i follower e quindi il venerato compleanno di Love2Lie sarà un po’ più triste perchè lui ci teneva tanto a ricevere gli auguri da più di mille belle personcine. Da dentro al sistema io invece ho scoperto che metà dei blogger iscritti nel frattempo avevano rinunciato all’etere dandosi ad altre attività e moltissimi avevano scritto dei libri.

Venendo quindi ad oggi, la situazione snerva perchè, oltre a pagare il dominio, l’hosting, il tempo dedicato a sistemare un po’ di questioni grafiche, la perdita delle immagini e la rottura dei link (ecco, la rottura dei link!), oltre ad aver pagato 13 euro a WordPress per la mappatura del suddetto, dovrei pagare ulteriori euro al fornitore del servizio hosting per reindirizzare l’DNS se intendo permettere di effettuare i commenti sotto ai post per chi li legge con l’app di WordPress.

Quindi mi sono detta che no, per ora non ho intenzione di farlo. Scrivo (e forse anche gli altri) per il divertimento di condividere le cose tra noi e voi, non per dare soldi a WP o altri.

The Tallest Man On Earth – The Dreamer

I’m just a dreamer but i’m hanging on
though i am nothing big to offer
I watch the birds, how they dive in then gone

6 Comments

  1. perfettamente legittima la posizione. Si scrive per piacere e non per donare soldi a qualcuno.Quindi hai il mio plauso.

  2. Purtroppo, la vita dietro le quinte di una piattaforma web è così: se la conosci la eviti, se la conosci non ti uccide, o quanto meno non ci investi una fortuna 🙂
    Io mi limito alle cosettine basiche, ho già dato vent’anni della mia vita in app e bytes, ora mi diverto con poco.
    Non so di preciso quando cada il compleanno di Davide, ma sono certo che apprezzerà il fatto di poterlo festeggiare con pochi follower (rispetto a un tempo) ma buoni 😉

  3. E aggiungo che da wordpress tuttominuscolo il blog non è aggiungibile ai siti seguiti. Almeno, a me non riesce:-)

    • No, invece lo fa anche se ti dice “impossibile farlo”. Astuto depistaggio…

      • rO rO

        Ammetto che non ho ancora capito bene il meccanismo. Ci si può iscrivere sicuramente con email e sicuramente copiando e incollando il nome del sito nell’apposita finestrella della pagina “siti seguiti”. La linguetta a scomparsa “iscriviti” che compare nella versione desktop, talvolta sparisce. Misteri. Quello che appare chiaro è che i signori di WordPress vogliono i soldi.

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: