Skip to content

Uomini che hanno paura delle donne

Perchè, uomo, hai soggezione di una certa donna?
Non delle donne in generale, visto che non sei timido, ma talvolta di una in particolare, quella che rimpicciolisce la tua mascolinità e fa credere al tuo corpo di avere bisogno di un paio di bottiglie di BeTotal?
Io sono una di quelle donne che ti intimorisce e ti vedo mentre mi stai intorno ma senza avvicinarti troppo: tu lo sai che sono attratta da te, io so che sei attratto da me, ma tu hai delle perplessità.

La scena è stata vissuta dalla nostra eroina innumerevoli volte e lei ormai è in grado di comprendere anche le diverse fasi che attraversa l’uomo: nell’approccio, nella concretizzazione, nel mentre, nel corso della relazione.

Smontare la situazione in scene più piccole potrà aiutarti a ridimensionare le perplessità emerse, ma non deve essere lei a suggerirtelo altrimenti, nuovamente, come in un circolo vizioso, ti sentirai intimorito da tanta saggezza. Escludo dalla seguente breve riflessione i casi di uomini timidi, quelli con la paura di rovinare tutto e quelli con la sindrome di sprofondare in zona amicizia quando fanno i carini.

1. Lei è bella.
Ok, lei è bella, fisicamente bella, ma non è Angelina Jolie, non è Scarlett Johanson, e ingrandendo qualche sua foto – perchè per il momento non puoi vederla ancora la sera stanca e struccata prima di andare a dormire – si notano delle rughe, delle imperfezioni e ha sicuramente la cellulite. Consideriamo tale bellezza come un plus, ma niente di stratosferico.
Parafrasando Marcel Proust, svegliati dall’ inganno dell’amore che ti fa giocare con la bambola che vive nel tuo cervello, anche se è la sola a tua disposizione al momento, perché è diversa dalla donna reale che non assomiglia a quel sogno! E poi Rossana si innamora di Cyrano, non di Cristiano.

2. Lei è indipendente e determinata.
E’ importante comprendere se lei tende a comandarti come il generale Erwin Rommel oppure se è determinata nel suo lavoro e con te vorrebbe far solo la cucciola. In fondo se è capace di far di conto e ordinare una cena senza andare in panico è cosa buona e giusta: non ti piangerà addosso. Senza dimenticare che questo tipo di donne di solito sa cosa vuole e quindi puoi pensare positivamente al fatto che lei ha ponderatamente scelto te. C’è di che star sereni. Tu, uomo, desideri sicuramente una donna che puoi rispettare: la sua indipendenza è in definitiva un punto a favore della donna che hai incontrato.

3. Lei è intelligente...
… e non ti spieghi come badi a te che ti comporti – diciamolo – da cazzone.
Sfatiamo questa leggenda metropolitana per cui comportamenti intelligenti e irrazionalità non sono strettamente sinergici. Persone che vivono in situazioni di forte stress lavorativo o emozionale desiderano talvolta vivere in altre dimensioni leggere e allegre. Ci sono moltissime donne che comprendono che dietro ad un Jack Black ci può essere un supereroe. Fattene una ragione.

4. Lei è più di me e non posso competere
Non è una gara: se tu sei competitivo, dedicati a battere gli altri uomini. Lei ha bisogno di te, di un uomo che sia un compagno di squadra e talvolta un allenatore, un massaggiatore e anche la mascotte che la farà sorridere. Per le competizioni non guarderà a te e quindi tu non farlo con lei e non sentirti come se fossi in pre partita.

5. Lei è single
e non ti spieghi come sia possibile e ti chiedi quindi cosa ci sia di nascosto sotto che non vedi.
Succede. Ringrazia le congiunture astrali e poniti meno domande. Semplificazione! La incontri, vedi se ti piace, la frequenti un po’ e ti dai spiegazioni dopo aver acquisito i dati. Non porti domande prima di sapere se un problema esiste.  Chiederti perché lei è single equivale a domandarti perché esistono gli u.f.o..

6. Lei mi fa venire l’ansia da prestazione.
Questo è un problema grave: l’ansia da prestazione di un uomo atterrisce ogni donna, salvo quelle che proprio hanno lo spirito da crocerossina. Il mio suggerimento è combattere i primi tre mali (bellezza, indipendenza, intelligenza), darci dentro di sport e poi tuffarti sulla gazzella. Sei un uomo, sai come si fa perché la natura ti ha creato così. Pensa a divertirti, poi il resto verrà da sè.

E vale sempre il consiglio di NY152 mentre va all’appuntamento con Shopgirl: stai rilassato e porta la relazione al livello superiore.

– So I suppose she’s carrying a copy of a book with a flower in it?
– Not really?
– She could be a real dog, man.
– I’m only staying 10 minutes. I’ll say hello, have a cup of coffee and then I’ll split. Hope she doesn’t have a squeaky voice like the mice in Cinderella. Why am I doing this? Why am I compelled to meet her?
– Joe, relax. You’re taking it to the next level.
– I always do that. I always take a relationship to the next level. If that works out, I take it to the next level after that. Till I reach that level where it becomes absolutely necessary……for me to leave.

Infine per tutto il resto, considera che è molto probabile che non sia affatto un problema tuo, ma della moderna pazza Baccante che causa la tua soggezione e talvolta crea coscientemente il tuo malessere: questa lei, parodia di un uomo, merita inesorabilmente di rimanere sola.

Soundtrack: Presidents of the USA – Peaches

44 Comments

  1. Daphne871 Daphne871

    Quante considerazioni vere in questo post, non capisco perché alcuni uomini si fermano a pensare più del dovuto e fanno di alcune questioni piuttosto normali delle situazioni insormontabili!
    La citazione finale poi è stupenda, da adorante di quel film!

  2. Iunone è una tipa decisa che non si fa mettere i piedi in testa, io non sono una persona molto forte, perché dopo un po’ mi annoia averla sempre vinta, quindi lascio correre e non oppongo resistenza, così, Iuno che vorrebbe fare la cucciola, riempie il “vuoto di potere” e diventa arrogante e acida, fino ad arrivare all’irragionevolezza, poi io urlo, le faccio crollare la sua eccessiva sicurezza quasi patologica e torna la cucciola che amo e io sono “l’uomo” che lei desidera, l’addomesticatore di bisbetiche.

    Questo non per farmi grande ai vostri occhi, anzi ne viene fuori un ritratto meschino e poco lodevole del sottoscritto, ma solo per farti riflettere su quanto sia in realtà duro confrontarsi con una donna forte, non è mai facile se non sei forte anche tu

    • rO rO

      Hai tutta la mia stima!

      • Mi piace dimostrarmi utile, se non lo sono provo comunque a non lasciare solo nessuno.

  3. Post perfetto a parte la caduta di stile nel finale
    Quella del cazzone mi ha piegato dal ridere 🙂

    Qui ci sono molte questioni e molte delle quali vere. Dal mio punto di vista e per esperienza sono sempre stato attratto dalle donne con caratteri tosti, pur essendo la mia indole molto lontana dal leone che si getta sulla gazzella. Rimango convinto dell’idea che ci siano troppi pregiudizi e troppe aspettative da entrambe le parti. Nel tuo caso sei la donna in carriera più dura di Margaret T. Il problema di fondo degli uomini (almeno di quelli che conosco io) è che prestano scarsa attenzione alle esigenze femminili e le trattano tutte a mo di stereotipi.

    Mi sa che ci scriverò un post Ro.
    Ciao

    • rO rO

      Sarà molto interessante leggerlo quel post.
      Ciao!

  4. Certi uomini complicano anche le cose più semplici. ..

    • rO rO

      Brava Elenuccia! Dici bene! 🙂

  5. Faró leggere questo post al prossimo uomo che mi dice che il MIO problema é che incuto paura. La paura é un problema SUO.

    • rO rO

      Ah ah ah! 🙂
      Ne approfitto: come stai?

      • Miglioro 🙂

        Ne approfitto anch’io: il tuo “frullato alla fragola?” sotto il mio stat su fb, mi ha fatto sorriderissimo. Era così fuori dalle prime possibili reazioni che sono stata felicissima tu l’abbia pensato.

        • rO rO

          :* Spero tu stia presto bene. Ti penso.

          • Sei una persona bella, tu. 🙂

            • rO rO

              Seh. Non ci scommetterei troppo. Tu però mi piaci tanto… e cerco – cerco – di comportarmi bene con chi mi piace.

              • Mettiamola così. A me tu piaci tanto. E quelli che mi piacciono tanto, sono belle persone… anche se dovesse trattarsi di una bellezza deviata e complessa, anzi a maggior ragione 😉

                • rO rO

                  Ah ah! 🙂 Ti scriverò presto qui o lì per sentire come stai. Abbiamo parlato di te qualche volta con Fa, trovandoci d’accordo sui nostri sentimenti per te.
                  Buona notte.

  6. Già .ed essere se stessi a prescindere dalla controparte? Nooo vero.? Troppo semplice…. vabbe cercherò di mettere a proprio agio il poveretto! 😀

    • rO rO

      🙂

  7. duepassietorno duepassietorno

    non riesco a capire perché siamo arrivate al punto da doverci giustificare per tutto…
    siamo belle? ehi guarda bene, sotto c’è il trucco
    siamo intelligenti? dai, non esagerare pure io dico le stronzate
    ho un buon lavoro? sì ma a casa mi piace essere comandata
    insomma, se questi hanno l’ansia da prestazione mica è colpa nostra… non dobbiamo mortificarci! doveva pensarci la mamma a rassicurarli non io!

    forse ce l’ho con questa storia perché è quello che mi chiedono sempre
    “ma come è possibile che una come te non abbia…?”
    ma una come me cosa?

    il problema è loro, non nostro.
    (anche se poi ci rimettiamo pure noi)
    A

    PS. e sono convinta che queste sono tutte paranoie che ci siamo fatte noi donne, ché su Scarlett Johanson ci si fionderebbero tutti quanti…

    • rO rO

      Se ci tieni a qualcuno vuoi che sia a suo agio con te e che stia bene con te. Questo è il motivo per cui ritengo che sia anche un “problema” mio.
      Vorrei per altro che verso di me gli altri avessero gli stessi pensieri.

      • duepassietorno duepassietorno

        ma se io sono innamorata credo davvero che quella sia la persona più intelligente, simpatica, bella etc etc di tutte, perché non deve essere cosi anche per loro?

        • rO rO

          Questa è un’altra questione A. Nel post mi riferisco a situazioni in cui anche gli uomini provano esattamente gli stessi sentimenti d’affetto provati da noi ma sono intimoriti.

  8. elinepal elinepal

    Cazzo! Se io fossi un maschio ti saresti la donna della mia vita!

    • rO rO

      Che scema! Saresti la mia metà della mela? Devo guardarti con maggiore attenzione allora! 🙂
      Peccato che ad entrambe piacciano gli uomini!

      • elinepal elinepal

        Già ! 😉

  9. Quindi ne esce l’immagine di un “timido cazzone”. Bella presa, Ro.

    p.s. Nella foto sei uscita benissimo !!!

    • rO rO

      Oh, no, timido no. I timidi sono per altri tipi di donne. Con i timidi mi abbatto.
      Bella presa? Chissà che non mi riesca un canestro.

      Ma adesso hai una foto con una femmina?? Personalmente preferivo la clavicola.

  10. (EN) Maybe that”You’ve got mail” is the answer :a modern Cyrano,not shy but aware….
    (IT) Forse quel “C’è posta per te” è la risposta:un moderno Cyrano, non timido, ma consapevole…

  11. In genere, un buon frullato delle motivazioni di cui sopra… ma io poi sono timido patologico…

    • rO rO

      Un po’ si capiva dal Pierrot.

      • Quel quadro più che timidezza mi ispira riflessione… e infatti il titolo è Arlecchino pensoso… 🙂

        • rO rO

          🙂

  12. Harry Haller Harry Haller

    …e se il problema non fossero gli uomini? perchè le donne devono essere cazzute e nascondere che sono coccolose? perchè le donne devono dimostrare di essere uomini? perchè le donne vogliono conquistare gli uomini con la sofisticatezza e non con la debolezza?
    «Chi mi dice a me che, dopo l’ultima cena, Cristo non abbia mai più cenato, ma sia vissuto solo pranzando o facendo brevi spuntini? Chi mi dice a me che quando si entra in un ristorante che sta chiudendo e ha tutte le seggiole capovolte sui tavoli, non sia perché comincia il turno dei pipistrelli? Adesso io non scendo di qua finché qualcuno non mi dice qualcosa! Chi mi dice a me…» “Opplero, storia di un salto” di Alessandro Bergonzoni.

    • rO rO

      Mai detto che il problema sia degli uomini. Non lo penso affatto.
      Grazie per la segnalazione su Bergonzoni.

  13. Uhm, a me non dispiace affatto incutere timore negli uomini (ci sono abituata ormai manco me ne curo), perchè già so con certezza che chiunque abbia timore di me: 1) non capisce un cazzo, ergo non va bene per me; 2) se ha paura di me, ha paura della vita, ergo non va bene per me.

    • rO rO

      Interessante punto di vista.
      Effettivamente ci dovrei riflettere su.

    • Quanto ti apprezzo! Sono d’accordissimo. Degli omuncoli non c’è alcun bisogno.

    • rO rO

      Noto che c’è un lieto fine. Nessuno rimane solo.

      • Mah, dicono che sono stato troppo duro e realista… So gusti

  14. samu samu

    Ciao a tutti,io ce l’ho questa paura,si chiama calliginefobia

  15. Eh non saprei.
    Forse in fondo basta solo immaginarla sulla tazza, come dicono di fare ai colloqui.
    O presentarsi con in corpo vodka a sufficienza.
    Il resto viene da sè.

    • rO rO

      Gli uomini ubriachi se tu sei sobria non sono mai un bello spettacolo. La realtà è che forse anche verte donne come quella descritta sono più che capaci di non mordere davanti all’uomo giusto.

Rispondi

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: