Skip to content

Ho sognato il mio matrimonio

Il tempo di cui disponiamo ogni giorno è elastico: le passioni che proviamo lo dilatano, quelle che ispiriamo lo restringono e l’abitudine lo colma. (Marcel Proust)

Quello che c’è di strano in questo sogno, nel sogno del mio matrimonio, è quanto segue:

  1. non mi era mai capitato prima che fosse tema dei miei sogni.
  2. La chiesa era gotica, sufficientemente buia, disegnata dallo stesso scenografo di Quattro Matrimoni ed un Funerale e del Santo Graal (il libro).
  3. Io vestivo un abito che era sicuramente stato preso dal baule della nonna, ma non della mia, perché mia nonna non ha bauli, nè tanto meno mi lascerà un’eredità; all’abito era stata rifatta la scollatura, che appariva, con le sue perle di diverse dimensioni, come una profonda cornice di Versace. Di strano c’è ovviamente che non mi sposerei mai con un Versace indosso: desidero anche io la mia immacolata meringa bianca!
  4. Mentre tutti, sconosciuto o poco più sposo, amici, organista, parenti e fratelli in frac compresi, erano in chiesa ad attendere la mia entrata, io muovevo orizzontalmente, da sinistra a destra, la testa dicendo le seguenti parole: “Non ce la posso fare, io non ce la posso proprio fare”, con lo stesso tono, ma diverso accento, di Magda, quando, seduta nel bagno dell’autogrill pensa alla sua situazione e al piano di fuga dalla famiglia e dal marito.
  5. Mio padre era lì affianco a me, presumibilmente vestito di scuro, e alla mia domanda “Papà, ma tu mi capisci che non posso sposare uno che non amo, il primo che capita? Chè poi se no c’è il divorzio e io sono per le cose eterne!”, lui – proprio perché era un sogno – mi diceva che mi capiva.

Tornando a Proust e al tempo, mi è capitato ultimamente, per circostanze fortuite, seppur sperate, di incorrere in una situazione per me di tempo ristretto e per la circostanza fortuita a scorrimento normale o forse lento, certo è che non era nella stessa dimensione spazio-temporale in cui vivevo io.

Attualmente si può affermare che il mio tempo risulta colmo d’abitudine.

Soundtrack: Smashing Pumpkins – Bury Me

28 Comments

  1. Hey la stessa song nei nostri ultimi post…. 😉
    Se ti sogni ancora delle nozze mi inviti? Mi piacciono i matrimoni!!!

    • ro ro

      Sarà perché la canzone è bellissima! Ha una intro che mi piace tantissimo. E poi me l’hai messa in testa tu con il tuo post 😉 Ma vuoi essere ospite al matrimonio in sogno o uno dal vero? Anche io amo i matrimoni: gente felice, tutti vestiti bene, cibo buono e vino, location e musica e poi si conoscono persone nuove.

      • Anche a me piacciono i matrimoni per gli stessi motivi, in più ci sono persone di tutte le età. Al tuo, ad una certa ora, con una certa quantità di alcol in corpo potrei cantare con i tuoi amici suspicius mind…. Sarebbe bello e divertente di sicuro… Non trovi?

        • ro ro

          Sarebbe molto bello! Già me li vedo i miei amici a cantare con te! Ecco, non mi resta che mettere su la suddetta canzone, bere il caffè e …. andare in piscina!! 🙂

          • Buona nuotata!!! Io voglio postare qualcosa, fammi una consulenza: Un pezzo hip hop italiano o un pezzo metal pesante che spacca?

            • ro ro

              Tipo Alter Bridge? Pantera? Metallica? ….

              • Pensavo ai system of a down, in particolare un pezzo che lo trovo molto adatto ad orecchi femminili… Questo se la scelta cade sul pezzo metal…

                • ro ro

                  Oh, certo: Roulette mi piace un sacco! Ma pensavo a cosa anche più cattive. Ho un canale di youtube, che non so se avevi visto, e se ti può interessare: http://www.youtube.com/user/rofarovale

                • Donna dalle mille risorse!!!!
                  Ma considerando che sei la seconda persona che questa settimana mi dice di non avere cultura hip hop mi sa che opto per qualcosa del genere (per Laura è già pronta una playlist) per te potrai restare sintonizzata… E chissà se il pezzo avrà l onore di entrare nel tuo canale!!! Buona nuotata!!!

                • ro ro

                  Merci! Più che donna, donnola. Ciao!!!

            • ro ro

              Oh, hip hop italiano, scusami: non avevo letto con attenzione. Temo di non avere sufficientemente cultura a riguardo. Scusa!

  2. se ti risposi evita le perle!

    • ro ro

      Al collo? È probabile 🙂 Faccio difficoltà anche con quelle ai lobi in realtà.

  3. Vengo anche io al matrimonio! Voglio anche Billy Corgan!

    • ro ro

      Che spettacolo sarebbe!!! Tu e Billy Corgan! Già vi vedo in zona buffet a parlare di musica e vino :))

  4. il mio matrimonio ancora non l’ho sognato, ma tendo a sognare di avere un fidanzato. Come stanotte. Anzi stamattina vista l’ora. Triste perchè poi mi alzo e mi resta addosso un magone stile “ho perso la copertina”… Ah sì ho detto che nel sogno c’era tanta acqua, che ogni tanto invadeva ogni cosa e avevo una fifa blu di affogare?? Se conosci Freud o un suo amico strizzacervelli, presentamelo! Magari fanno lo sconto comitive…!

    Se i sogni parlassero chiaramente e non per immagini… :*

    • ro ro

      Oh, no, per fortuna che i sogni non parlano chiaramente!! Ho una cara amica che è psicologa ma non credo sia possibile la consulenza a distanza. A parte lei, tendo ad evitare la categoria 🙂

      • come mai eviti la categoria, potendo???? 🙂

        • ro ro

          Cit. Marcel Proust:
          Ma lui, fosse stupore per le mie parole, attenzione al proprio lavoro, scrupolo d’etichetta, durezza d’udito, rispetto del luogo, lentezza dell’intelletto o consegna del direttore, non mi rispose.

          • uhm… caro Proust, mi sa che è ora di leggerti!

      • Fai bene. Avendo insegnato per 36 anni, ci ho avuto un bel po’ a che fare, e posso dire che non ne ho mai incontrato uno che non fosse pesantemente disturbato. Il problema è che poi regolarmente proiettano i propri problemi sul paziente, e non vedono neanche di striscio quello che lui ha davvero. Non hai idea di quanti bambini e ragazzi ho visto, irrimediabilmente rovinati da quella gentaglia.

  5. Trovo assolutamente normale che tu abbia sognato il tuo matrimonio.
    Lo fanno tutte le donne.
    Il problema poi è che si mettono in caccia di noi poveri essere implumi (cit. Elio) per coronare questo sogno.
    Hai mai fatto caso che in tutti gli album di matrimonio, la sposa sorride sempre, a 32 denti, occhi brillanti, espressione soddisfatta, e lo sposo ha la stessa espressione di una foto segnaletica?
    Per quanto riguarda gli psicologi, concordo anche io.
    Meglio starne alla larga, potrebbero anche essere in grado di spiegarti qualcosa.

    • ro ro

      Come era la tua faccia nelle foto del matrimonio?

      • A dire il vero felice.
        Ma io non faccio testo.
        Mi sono sposato a quasi 39 anni, la garanzia era scaduta, ero contento di aver trovato una giovine e bella fanciulla che mi si accattava 🙂

        • ro ro

          Ah ah ah ! Certo.

  6. E come finiva il sogno?
    (Ah! La Frase di Marcel mi rimbomberà in testa per tutto il giorno, già lo so.)

    • ro ro

      Finiva come l’ho raccontato. Tutto qui 😉

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: