Skip to content

Nuove considerazioni da spiaggia deturpata

Sono tornato sul luogo del delitto.  Stessa spiaggia di cui parlavo qui e qui.  Capita che io ne abbia l’opportunità e ne approfitto.  Mi piace la spiaggia, mi piace il mare. Non questo in particolare, solo il mare in genere. Questo è vicino a casa e il fine settimana qui è meglio di uno passato a pulire casa. Ovvio poi che le pulizie sono qualcosa di ineludibile e ineluttabile come, per esempio, il prossimo film porno di Sara Tommasi o la prossima manovra finanziaria.

Mi affascinano sempre gli incontri da spiaggia, la gente che cerca di rilassarsi, le mamme che forse non ci riescono neanche un po’ a forza di rincorrere bambini spesso ragionevolmente infastiditi dalle troppe ansie.  La crema, il cappellino, il sole, la maglietta, la sabbia, il costume.

Considerazione numero uno.  Sto invecchiando.  Non è una di quelle affermazioni basate su un mezzo mal di schiena o su un dolorino al collo, è una certezza basata su una evidenza scientifica.  Non sottoporrò questa affermazione ad una peer review, ma dovete credermi.  I fatti: alla mia destra ci sono due mamme, giovani ma non troppo.  I figli potrebbero avete tra i 6 e i 10 anni. La mia considerazione deriva dal fatto che entrambe queste mamme hanno quel simpatico tatuaggio alla base della schiena, appena al di sopra del sedere.  Quelle simpatiche opere che spuntano al di sopra dei pantaloni in caso di movimenti non ordinari, per esempio. Ecco, quei tatuaggi sono piuttosto comuni fra le donne della mia generazione.  Il quesito resta sempre: ma a 90 anni, quel tatuaggio sarà ancora così piacevole da ammirare? Oltre a questo c’è che queste due mamme mi piacciono. Molto più della velina ventenne distesa qualche ombrellone più in là. Questi sono segnali, signori.  Queste sono conclusioni scientifiche.

Considerazione numero due.  Sono ancora un ragazzo.  Questa considerazione, apparentemente in contrasto con la numero uno, si basa sull’assunto secondo cui più un uomo invecchia più cerca donne giovani.

Considerazione numero tre. Il mare nobilita.  Nobilita il libro che sto leggendo, che in un altro posto o in un’altra situazione sarebbe forse noiso, nobilita il mio relax che sul divano potrebbe essere funestato dagli impegni fissati in agenda per la prossima settimana, nobilita probabilmente anche me, che mi paio sufficientemente in forma nonostante la piena consapevolezza della necessità di correre ai ripari in fretta. Nobilita anche l’aperitivo. Che in spiaggia, con il sole che tramonta e con la pelle calda e arrossata, dà un senso a tutto.
Tutto.

26 Comments

  1. I prossimi 15 giorni li passerò’ tra vigorosi brontolii da acqua fredda che mi attanaglia la pancia ( piatta per ora) e sdraio stropicciate di libri sassi e asciugamani .Si .la vita vale la pena di viverla così’ alla faccia della prossima manovra vattelappesca e di chissà’ cos altro di inutile e molesto.voto a favore!

    • Fa Fa

      Un po’ di invidia, visto che il mio mare finirà questa sera! Viva la vida! E anche le pance piatte, dai. 🙂

      • Ma si’ è quando non lo sarà’ più’ chi se ne frega! 😀 ! W !

        • Fa Fa

          Infatti! Chissenefrega! 🙂

  2. elinepal elinepal

    mi viene da piangere. sono anni che in spiaggia non mi rilasso per niente. e infatti odio andarci. specialmente perchè faccio parte delle mamme di cui sopra. e avendo avuto due figli a distanza di 13 anni l’uno dall’altra sono mamma da un tempo immemore. cioè mi ritrovo anziana con un figlio neanche decenne. oramai mi spizzano i settantenni che amerebbero le mie coscione cellulitiche al posto di quelle inesorabilmente pendenti delle consorti coetanee.

    unica consolazione. non mi interesso ancora a uomini più giovani. sarà che sono ancora una ragazzina dentro?

    • Fa Fa

      Non era mia intenzione mettere tristezza. Faccio notare che le mamme del post, tra le quali pari esserci anche tu, io le sto guardando. E mi piacciono. E no, non sono uno di quei settantenni. 🙂

      • elinepal elinepal

        tranquillo, ero, anzi sono, assolutamente ironica. uno dei pochi pregi che ho è per l’appunto l’autoironia….. 🙂
        tra l’altro sono anche stata scorretta. perchè quando il piccoletto è dal padre e riesco a rubarmi una giornata per andare al mare mi rilasso… eccome se mi rilasso! aperitivo compreso.
        besos

        • Fa Fa

          Adoro le storie con il lieto fine. Mi tengo l’immagine di te in spiaggia, completamente rilassata. Mentre bevi l’aperitivo. 🙂

          • elinepal elinepal

            È reciproco

  3. ludmillarte ludmillarte

    oggi per me primo giorno di mare. me ne sono stata tutto il tempo avvolta in ben due asciugamani perché, appena arrivata, il sole era molto pallido; dopo poco ha dispettosamente pensato di sparire del tutto dietro ad un velo compatto di nubi. mai avuto così freddo a fine giugno! dopo due ore di dura e speranzosa resistenza me ne sono andata. riguardo alle età è bello sapere che ci sono uomini che la pensano come te e non credo che sia sintomo d’invecchiamento, ma di maturità e consapevolezza di desideri differenti. credo siano uomini che hanno capito come può essere una donna intorno ai vent’anni rispetto ad una donna di almeno una decina d’anni in più. ciao, buona serata io vado a mettermi un bel maglioncino! 😉

    • Fa Fa

      Stessa cosa anche da me. Alla fine sono dovuto rientrare perché il sole aveva lasciato la scena. Però un po’ di caldo sulla pelle è rimasto. Quello che serve per ricordare una bella giornata.

  4. Daniele Daniele

    L’aperitivo in spiaggia, con la pelle calda e il sole che tramonta (se tramonta sul mare è ancora meglio, ma il mare che ho più vicino a casa è dalla parte sbagliata), toglie anche senso a un sacco di stupidaggini che ci assillano. Regala attimi di lucidità, e infatti dalla tua giornata hai tratto ben tre considerazioni.

    • Fa Fa

      Quanto siamo d’accordo. Quanto.

  5. Leggere questo articolo mi ha fatto sorride…per il semplice motivo che le tue considerazioni le ho fatte anch’io, sia in spiaggia sia in altri contesti. Non c’è dubbio poi che il mare nobiliti. Anche solo perchè capace di metterci in contatto con la parte più intima dei nostri pensieri 🙂

  6. VI ODIO, SAPPIATELO. Tutti, indiscriminatamente. Io ho dovuto rimettere la coperta nel letto, ritirare fuori la camicia da notte felpata, sono qui con gonna lunga fino ai piedi, canottiera, maglia con le maniche lunghe e felpa. E HO FREDDO. Per fare la doccia ho dovuto mettere in bagno la stufetta elettrica. E voi mi venite a parlare di mare e di sole e di pelle calda?! VI ODIO!

    • ro ro

      Mi dicono che dalle parti di Bolzano c’è gente che si sente un po’ frustrata! Non odiarci, dai. Oggi già è nuovamente una bella e calda giornata di sole in tutta Italia.

    • Fa Fa

      🙂
      Volevo rasserenare il clima.
      Ieri sera, quando sono uscito per andare a mangiare, avevo un maglioncino di cotone sulle spalle. Che non ho usato.
      Il pesce era buono. :))

    • Stanotte sono andata a letto, mi sono addormentata e dopo cinque minuti mi sono svegliata tremando dal freddo. Mi è toccato alzarmi e aggiungere una seconda coperta. Oggi c’è il sole ma con un vento da spaccare gli alberi (Bolzano? Io sto ottanta chilometri più su…). Fra un’ora e mezza parto e scendo un pelino, spero di trovare temperature almeno un po’ meno inclementi.
      Odio triplo per chi mangia pesce buono.

      • ro ro

        Sì, dai, fatti un giro in un posto più mite almeno oggi pomeriggio. Ti ho appena pensato guardando le previsioni di domani: è meglio se provi a goderti almeno oggi.
        Pesce??? Che voglia!!

        • No, niente giri, devo solo andare a Milano – sei ore di treno abbondanti, mezz’ora più del solito perché con l’arrivo della bella (sì, vabbè) stagione, hanno diminuito il numero dei treni. Essendo tre centimetri più a sud e parecchie centinaia di metri più in basso, spero di trovare pietà.

  7. stai invecchiando..perchè, quanti anni hai?

    • ro ro

      … Adesso voglio proprio leggere cosa risponde…

    • Fa Fa

      Sono nato negli anni settanta. Questo ti dà una idea sufficientemente vaga della mia età. Potrei avere 43 anni. Ma anche 34. 🙂

      • ro ro

        Non ti facevo così vecchio.

      • troppo vago…. una decade come margine è come mentire spudoratamente!

  8. E io che me lo domando a fare perché mai sento così tanta mancanza del mare?
    Sul divano della quotidianità il senso di molte cose rischia di essere svilito.
    Non sarà mai un tappeto volante quanto il mare.

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: