Skip to content

Dejavu.

“Capitolo Diciannove
Margherita”

Ho un dejavu proprio adesso.

“Seguimi, lettore! Chi ti ha detto che non esiste a questo mondo l’amore vero, fedele ed eterno! Al mentitore sia tagliata la malefica lingua.
Seguimi, lettore. Solo ME, segui. E io ti mostrerò un tale amore.”

Margherita, sposata con un bell’uomo, bravo, senza figli, abitava in un bell’appartamento, non le mancava il denaro, le capitava di incontrare persone interessanti, ma da almeno undici anni non aveva mai avuto un momento di felicità.

“Dio mio! Che cosa voleva, questa donna? Che cosa voleva questa donna che aveva sempre gli occhi accesi di una fiamma indecifrabile? … Non lo so. Evidentemente diceva la verità: aveva bisogno di lui.”

Una sera sono stata a cena in un ristorante siriano, nel souq di Doha, e io e il cameriere abbiamo scherzato molto, parlando in inglese, tra un’ordinazione e l’altra, mentre i miei commensali non capivano le parole ma vedevano i sorrisi e gli sguardi. Il cameriere si chiama Mutasem, dice la scritta a mano lasciata sul biglietto da visita che mi ha consegnato quasi di nascosto quando sono uscita.In mezzo agli altri ma da soli.
Poi ieri sera mi è capitato di parlare con un tassista che proveniva dallo Sri Lanka. Mi piace conversare con gente diversa da me e con i tassisti riesce facile: c’è poco tempo, loro sono gentili, l’ambiente chiuso e piccolo rende agevole il salto dei convenevoli. Parlava un inglese pessimo, ma ci siamo capiti: diceva che preferiva Dubai a Doha, perché a Doha non c’è vita.Vita.
Una notte sono stata sulla terrazza di un hotel, Le Cigalle. Deejay e musica, un maxi schermo, un gustoso cocktail con vodka, il belga/ francese che era seduto davanti a me in volo e che ho continuato ad incontrare casualmente ogni giorno in posti diversi, un bel panorama e tante signorine russe, attraenti e decisamente poco vestite.

Le altre.
Margherita tradiva suo marito. Anche il Maestro tradiva quella … Varen’ka…Manecka…un eterno vestito a righe, un Museo…del resto non ricordo. L’amore li aveva pugnalati di colpo. Il sole di maggio li illuminava. E ben presto quella donna diventò la sua amante segreta. Nessuno sapeva del loro legame, per quanto non succeda quasi mai. Non lo sapeva il marito, non lo sapevano i conoscenti. L’amore del Maestro era così intenso che i due non potevano più separarsi.

Deja vu. Merci.

Soundtrack: Ghinzu – High Voltage Queen.

14 Comments

  1. queenofallexcuses queenofallexcuses

    Ciao rO,
    le tue storie di viaggi e persone sono davvero molto affascinanti!
    Leggendo i tuoi post però mi sento davvero in colpa per aver mollato il Maestro e Margherita, devo riprovarci 😀
    Un saluto!

  2. Daniele Daniele

    Come al solito devo rileggere e lavorare di immaginazione.
    Ma è questo il bello, no?

    • rO rO

      Questa volta hai tutte le giustificazioni possibili. Era un post ( per chi è riuscito a leggerlo ) molto più lungo e che ho tagliato perché con Fa abbiamo convenuto che era di una noiosità mortale. Parlava di traditori e amanti. Adesso invece pare proprio altro 🙂

      • Daniele Daniele

        Allora sono orgoglioso del mio acume: avevo intuito parlassi di traditori e amanti.
        Dai, non è noioso. I pezzi noiosi sono quelli che non parlano di nulla. Piuttosto, è difficile da leggere. Lungo: nemmeno.

        • rO rO

          Perché ho fatto i tagli però 🙂

          • Daniele Daniele

            Comunque anche rileggendo rimangono molte parti oscure: sei davvero una scrittrice ermetica.
            Mi arrendo e mi affido all’immaginazione, che, come ho detto, è la parte migliore della lettura.

            • rO rO

              Se lo recupero, ti mando il post completo, senza tagli.

              • Daniele Daniele

                Davvero? Grazie mille!

      • Anch’io son curiosa di leggere la versione incensurata adesso, però!

  3. gran bei dejavu direi

  4. elinepal elinepal

    non vale tu hai un editor!

    • ro ro

      Prego??

      • elinepal elinepal

        Che ti controlla e taglia i pezzi….

        • ro ro

          Veramente no ma mi divertirebbe molto averne uno 🙂

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: