Skip to content

Piccole cose che salveranno il mondo

Questo post vuole solamente sostenere la considerazione che le piccole cose sono quelle che fanno la differenza, davvero. Inutile sperare in grandi cambiamenti, in grandi miglioramenti, in enormi aumenti di stipendio o in spettacolari successi.  Larry Page, Sergey Brin, Mark Zuckerberg, Jack Dorsey sono delle eccezioni. Voi non diventerete milionari creando una app o un nuovo social network.

Va bene, magari forse sì. Ma in quel caso dovreste ricordarvi di quel tizio che scriveva in quel blog e fargli una donazione diciamo di almeno cinque milioni di euro. Ché devo comprarmi il barbecue. E la piscina, ché un barbecue senza piscina non ha alcun senso.

Tornando alle piccole cose. E’ stata una buona giornata. E lo è stata per alcune, appunto, piccolissime cose.

Oggi c’era il sole.

Non ho ricevuto telefonate di gente incazzata o di gente che voleva soluzioni assurde a situazioni assurde. Ho avuto una sola riunione in mattinata che è andata bene ed è stata addirittura quasi interessante.

Ho incontrato persone, al di fuori del lavoro, con le quali passerei più tempo. Persone che mi piacciono e con le quali sto bene.

Ho notato che uno scollo a V su una donna, quando questa donna ha la giusta quantità di seno e non troppo, che altrimenti è volgare, è cosa gradevole. Piccole cose, si diceva.

Ho bevuto un paio di birre. La birra è quella cosa, piccola cosa, che ti fa stare sereno, ti fa dire qualcosa che forse non diresti, ma facilita i rapporti e li rende più veri. Perché un po’ tutti, credo, tendiamo ad essere un po’ trattenuti nei rapporti umani per non so quale stronzo motivo. Perché le cose è bene dirle, voglio dire, nel bene e nel male, per sincerità e chiarezza. E anche ripeterle. E non si dice mai abbastanza ti voglio bene.

Ho ascoltato questa canzone. Che non conoscevo e magari domani deciderò che l’ho solo sopravvalutata. Ma oggi mi piace e tanto basta.

Piccole cose, insomma. Cose così.

Soundtrack: The Fratellis – Flathead

53 Comments

  1. Chi riesce a VEDERE la Bellezza delle piccole cose ha l’anima del poeta!

    • ro ro

      Forse Fa un po’ poeta lo è! Chissà se scrive poesie la notte o tra una riunione e l’altra?

  2. rO rO

    Fa, se non riesci a sfondare come fotografo, come chitarrista malvagio, come barista giocoliere ( ed escludo l’ipotesi ancora in costruzione di ricco politico alcolizzato ), hai un futuro da poeta! Ché l’Italia ha bisogno di ritrovare le sue radici!

    • Fa Fa

      Andrebbero bene tutte. Compreso il politico alcolizzato. 🙂

  3. Le piccole cose andrebbero godute in silenzio, altrimenti, con le grandi che succedono, rischiamo di passare per beoti. :-/

    • Fa Fa

      Le piccole cose mi danno felicità.
      La felicità, per dirla con Alexander Supertramp, non è reale se non condivisa.
      Io, perdonami, condivido.

      • rO rO

        Supertramp? Non era un gruppo musicale?

        • Fa Fa

          Anche. Alex è il tizio di “Into the wild”, per intenderci.

          • rO rO

            Umiliata. Portami delle vitamine, del fosforo e un bastone invece della birra, la prossima volta che ci vediamo.

            • rO rO

              Il bastone è per picchiarmi. Me lo merito.

        • Fa Fa

          Come potrei mai?
          Forse una birra sola non basta.
          (che potrebbe anche essere il titolo del prossimo film di james bond).

  4. le piccole cose appagano l’animo, lo rafforzano e lo preparano alle grandi battaglie.

    • Fa Fa

      Amen. 🙂
      Quanta ragione.

  5. tu stai alla birra come un’ape sta alla rosa:

    C’è un’ Ape che se posa
    su un bottone de rosa:
    lo succhia e se ne va…
    Tutto sommato, la felicità
    è una piccola cosa.
    (Trilussa)

    p.s.: io sto per la birra Messina.

    • Fa Fa

      Potrei tatuarmela sulla schiena una poesia come questa.
      Facciamo che ognuno mette la birra che preferisce e poi assaggiamo un po’ tutto?
      Queste cose vanno condivise.

  6. Reblogged this on radiosile and commented:
    Offro io la prossima birra!!!

    • Fa Fa

      Ottimo, il prossimo giro è tuo.
      Qua su Farovale, al momento, siamo in 449…è un problema?
      :))))

      • Pensavo in effetti a qualcosa di più intimo…. October fest? Prosit!!!

  7. L. L.

    Il signor L. ritiene che non sia peccato alzarsi la mattina con l’idea di abbattere il regime della corea del nord o di realizzare una torre dei 150 piani sul campo di marte o di mettere al centro di una gang bang gay maurizio gasparri. Nel caso non si riesca a farlo si rinvierà il proposito al giorno successivo, godendosi una birra e sbiciando nella scollatura di una ragazza 🙂

    • Fa Fa

      L’ideale, se posso, è bere la birra ASSIEME ad una giovane donna che indossa un interessante scollo a V. Come stavo facendo io. Sono binomi che danno felicità. 🙂

      • rO rO

        E col sole e senza telefonate petulanti e inutili!

  8. The Fratellis. Ottimo. I Ministri sono tra i pochi artisti meritevoli presenti al concerto del Primo Maggio di quest’anno, che, come al solito, ha una line up degna di ogni sagra di paese che si rispetti (poteva andare peggio: poteva esserci Vasco Brondi). Spero soltanto ci si abbracci ancora, altrimenti faremmo tutti la fine dei dinosauri, che si sono estinti perché non potevano farlo. Fabio Volo si è impegnato per trarre una considerazione di cotanta ridicolezza. Una volta ho abbracciato un albero.

    • Fa Fa

      Cara Geniaccia,
      tu mi piaci, perché scrivi cose interessanti e lo fai bene.
      Però non toccarmi Vasco Brondi. 🙂
      Fabio Volo invece puoi insultarlo quanto vuoi, posso darti una mano.
      Anche io una volta ho abbracciato un albero.
      Non male, ma preferisco le persone. Se posso scegliere.

      • Ah, cosa leggo.. Vasco Brondi! Meglio non trattare l’argomento, altrimenti la stima reciproca finirebbe in una frazione di secondo e sarebbe un peccato.

        • Fa Fa

          D’accordo, non affrontiamo l’argomento.
          Magari parliamo di film horror, dove pare esserci più affinità.

          • O magari di cinema in generale. Film uscito di recente che hai amato?

        • Fa Fa

          Poco amore, ultimamente, devo ammettere. Un po’ perché è un periodo in cui ho smesso di cercare quei film un po’ più impegnativi che possono rivelarsi autentiche chicche, un po’ perché le produzioni cinematografiche dell’ultimo periodo non hanno riservato grandi soddisfazioni. Diciamo che ho apprezzato moderatamente l’ultimo Tarantino. Che Argo, nel 2012, ha meritato gli Oscar (forse più per demerito degli altri che per meriti propri). Che, in genere, Nolan, Fincher e Reitman figlio, negli ultimi anni hanno lavorato molto bene. Ma magari dimentico qualcosa…

          • L’ultimo di Tarantino mi è piaciuto moltissimo. Ho apprezzato anche Anna Karenina per la fotografia e Vita di Pi. Argo e Lincoln decisamente no. Lincoln nello specifico è un film che nessuno vuole vedere, ma che va visto. E questa è una citazione.

      • Fa Fa

        Vita di Pi devo vederlo. Così come Lincoln, anche se non apprezzo i film in cui Daniel Day Lewis recita da solo per prendere l’Oscar. Spielberg, francamente, non è quello di anni fa. Keira mi piace. Proverò a vedere anche quello, se dici che ne vale la pena. Grazie dei consigli. 🙂

        • Prego, figurati. Keira è brava, sebbene faccia difficoltà a ricordarla in un film che non sia in costume.

          • rO rO

            Secondo me Fa ricorda Keira solo in canottiera bianca, senza reggiseno, in cucina….

            • Ah, ecco, capisco. Che, poi, la Knightley non è che abbia ‘sto gran bisogno del reggiseno, ecco.

        • Fa Fa

          Ro! Quelle sono mie piccole debolezze! 🙂
          Comunque, a proposito di Keira non in costume: Last Night, 2010.
          Bel film.

        • Fa Fa

          Assolutamente superfluo. il reggiseno.

  9. “Voi non diventerete milionari creando una app o un nuovo social network”….e chi te lo assicura? Magari stai parlando con una persona di cui un giorno potrai dire: io la conoscevo. 😛

    • Fa Fa

      Infatti, subito dopo, nel post, ho scritto anche questo:
      “Va bene, magari forse sì. Ma in quel caso dovreste ricordarvi di quel tizio che scriveva in quel blog e fargli una donazione diciamo di almeno cinque milioni di euro. Ché devo comprarmi il barbecue. E la piscina, ché un barbecue senza piscina non ha alcun senso”.
      🙂

      • ah, quindi era rivolto a quei pochi che avranno un futuro luminoso, scusa avevo saltato qualche riga. Caspita! costano così tanto una piscina ed un barbecue? Non facciamo prima a regalarti un albergo intero con annessa piscina e grigliata? 😛

        • Fa Fa

          In effetti l’idea non è male. Conto su di te, Amleta!
          A me però cucinare piace, per cui mi metto volentieri davanti al barbecue… 🙂
          E comunque serve un barbecue piuttosto grande (qua su Farovale la comunità cresce…).

          • Ok, tu ti metti al barbecue ed io sistemo i tuoi amici blogger nei tavoli attorno alla piscina, da brava padrona di casa. Guarda, ieri mi son presa un dispiacere enorme, per ciò che sono e per il motivo per il quale io dimenticherò coloro che non mi sono mai stati accanto in questi giorni in cui sto lottando per realizzare il mio futuro, e magari ricorderò persone proprio come te, che invece hanno avuto un pensiero per me 🙂 Grazie.

        • Fa Fa

          Tieni duro, da’ una seconda possibilità a chi ti ha delusa e in bocca al lupo per tutto. 🙂 Ci vediamo in piscina!

          • Grazie, sì, ci vediamo in piscina 🙂

  10. … e in punta di piedi entro in questo spazio approfittando di gioire di queste piccole cose che a me, paiono già tanto grandi. Un grazie per la serenità trasmessa!

    • Fa Fa

      Grazie a te per la vista e il pensiero.
      La serenità non è la norma, purtroppo. Ma ci sono giornate buone, con il sole. 🙂

      • E questa, grazie a te, era una di quelle 😀

  11. Daniele Daniele

    Che romanticone!
    E comunque condivido.
    Con la birra in un giorno di sole, una piccola cosa che amo fare è guardare, sdraiato sull’erba, le nuvole che passano.
    Sempre che non ci sia un interessante scollo a V in vista.

    • Bachelorette Bachelorette

      Che romanticone!!

  12. Sono finito qui cercando piccole cose da regalare a mia zia Rita.

    • Fa Fa

      E una birra non ti sembra un buon regalo per la zia Rita?

  13. Zia Rita beve Cordiale e rosolio. Ma quand’e’ che si diventa Troll?

  14. Le piccolegrandi cose che sono le più belle.
    Ps. E grazie per aver ricordato ad una come me che riguardo alla scollatura si può parlare anche di piccole cose!

    • Fa Fa

      Io l’ho detto -a maggior ragione quando si tratta di scollature – che adoro le piccole cose!
      Piacciono anche le grandi, per carità. Ma bisogna saperle portare. (Da grandi poteri, è noto, derivano grandi responsabilità). 😉

  15. A long December… Anna begins. | FarOVale A long December… Anna begins. | FarOVale

    […] serata a St. Martin, confermando a me stessa che le cose si fanno e basta, e ho riso qualche volta con Fa, e ho riso parecchio anche un giorno in cui ho portato la mia famiglia a pranzo fuori e ci siamo […]

  16. Marmellata di arance | FarOVale Marmellata di arance | FarOVale

    […] Vi ho già raccontato di quanto io dia importanza alle piccole cose. […]

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: