Skip to content

5 aprile 2002

Il 5 aprile 2002, undici anni fa, è morto Layne Staley. L’ha ucciso una overdose. trattandosi di una rockstar dell’era grunge, che viveva a Seattle, la cosa non sorprende. Layne Staley era stato il cantante degli Alice in Chains.

Il 5 aprile di 8 anni prima, il 1994, Kurt Cobain si era sparato un colpo di fucile in faccia.

La notizia, nel 2002, mi sconvolse abbastanza. Molto più della notizia nel 1994, per capirci. Anche la morte di Michael Hutchence mi sconvolse, nel 1997.

Layne aveva una voce che nessun altro. E ha cantato canzoni che nessun altro. Non le scriveva lui ma Jerry Cantrell, per la maggior parte. Lui cantava e aveva nella voce quella sofferenza che trovi davvero raramente.

Nel 1996 gli Alice in Chains fanno il loro unplugged per MTV. Layne si presenta sul palco dopo due anni di quasi silenzio, visibilmente dimagrito e forse anche un po’ confuso. Sbaglia il testo di alcuni pezzi, si confonde.

Ma tira fuori una delle cose più grandi di quel periodo.

16 Comments

  1. rO rO

    Mi piace questo post! L’unplugged fatto per MTV, Nutshell e pure Rooster. Oh, che nostalgia!

    • Fa Fa

      Come ho già detto, non si fanno più le canzoni di una volta. Ma sarò solo io ad essere invecchiato. 🙂

      • jolienight jolienight

        No Fa!!! Non sei il solo ad esser invecchiato e ad avere la nostalgia di quegli anni…

        • Fa Fa

          Meno male che qualcuno mi fa compagnia.. 🙂

          • jolienight jolienight

            Meno male…davvero 😉

      • rO rO

        Suona! 😛

        • Fa Fa

          Infatti….ieri sera ho preso la chitarra ed è uscita Nutshell. Che spettacolo…

          • rO rO

            Uh, come mi manca sentirti suonare.

  2. Che voce…che ricordi gli Alice in Chains…

    • Fa Fa

      Quel 76 mi fa pensare che anche tu li abbia vissuti gli Alice in Chains. Bei ricordi davvero. 🙂

  3. Certe band dovrebbero vivere per sempre…perché quando scompaiono ti senti un orfano.
    A parte alcune gravi perdite nel mondo del grunge, per restare in Italia, ancora mi mancano gli Scisma e la voce di Sara Mazo.

    • Fa Fa

      Sarebbe un elenco lungo, quello degli artisti scomparsi. Che a forza di ascoltarli pare di avere a che fare con uno di famiglia.

  4. Non conosco gli Alice, ma questa canzone è di una bellezza sconvolgente. Grazie.

    • Fa Fa

      Non sai quanto mi dia gioia l’idea di aver fatto conoscere anche questo solo pezzetto a te e, spero, ad altri. 🙂

  5. Alice Alice

    il chimico era una delle persone più calme e razionali che io abbia mai conosciuto (e forse per questo che non mi convinceva del tutto, ma questa è un’altra storia) e poi gli piacevano tantissimo gli Alice in Chains, che io non conoscevo.
    e io gli dicevo che non era possibile, non erano da lui questi tizi “incazzati con la vita”.
    e forse non li ho manco mai voluti sentire.
    e adesso mi dispiace.
    buon we
    A

    • Fa Fa

      Anche io mi sono un po’ scontrato con questo essere “incazzati con la vita”. Ma poi ti dici che c’è banalmente molto altro.
      E tu, Alice, hai tutto il tempo del mondo per provare a sentirli, gli Alice.
      Che, per certi versi, il tempo l’hanno fermato.
      Buon we anche a te.

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: