Skip to content

Cappuccetto rOsso

Che orecchie grandi, hai! E che bocca grande, hai! Ora, Cappuccetto rOsso pensa di farsi mangiare dal lupo o se lo mangerà lei, una volta scuoiato? Il lupo che farà?

Ambientazione: per i frequentatori di blog che amano leggere di viaggi, questo post viene pubblicato dalla Germania, Nordrheinwestfalen, Düsseldorf.
Ieri nevicava.

Contestualizzazione: sono circondata da uomini e c’è alcool a fiumi.

L’alcool talvolta ti fa piacere una persona, altre volte può deformarla ai tuoi occhi. Così il bevitore di vino fa presto a diventare un ritratto composizione di ortaggi.

Io bevo poco. Il mio corpo dice presto che non ce la fa più. Come per il fumo e forse per la vita, non sono affetta da vizi permanenti. Riesco a farmi del male anche senza.
Ho provato del malbec di Mendoza, del bordeaux di Lorient, del prosecco di Conegliano. Con il frascati non ce l’ho fatta. Temo che anche il Nero d’Avola possa non fare per me. Ho notato subito qualcosa nel suo aspetto e avrei voluto che mi piacesse e basta, ma non è stato immediato.

Eppure forse mi piace. Ha un gusto pieno, terroso, ma poi vira in cielo, come se il vento avesse soffiato su quelle uve. Eppure non brilla.
Mi piacciono i vini luccicanti o possono piacermi anche altre soluzioni? Il Nero d’Avola credo che abbia bisogno di tempo per essere assaporato e compreso.
Decanter parla di un produttore siculo come local heroe. Hereo? Bah.

Cappuccetto rOsso quale vino portava nel cestino? Quale percorso seguiva? Sbranava il lupo, lo seminava o si faceva mangiare? Teorie complottiste raccontano che il lupo e il cacciatore fossero la stessa persona. E questo mi piace molto. Chissà poi se questi potrebbe trovare amabile una Cappuccetto rOsso che alla fine va a letto presto la sera.
Ciò che è certo è che anche qui, ben cercando, si può trovare un assai gustoso petto di anatra al miele.
Bevendo acqua.
Pranzando da sola.
Cenando da sola stasera.
Nonostante l’invito ad assaggiare un curioso incrocio di vino portoghese-italiano, forse venduto solo in Spagna.

Soundtrack: My Bloody Valentine – Stawberry Wine

29 Comments

  1. M2 M2

    Il nero d’avola era uno storico vino da taglio e ha mantenuto un notevole carattere, ma ce ne sono anche di molto fruttati che forse potrebbero attirarti di più. Con la carne d’orso e di lupo si sposa molto bene.

    • :-O carne di or..e di lu… :-O
      stavo giusto raccontando che a me il Nero d’Avola mi piace da morire (e che ne ho accanto una bottiglia dell’anno scorso, ma che ho assaggiato poche sere fa uno del 2009 che per poco non ci restavo secca).
      Ma io sono un po’ campagnolamontanara per questioni meramente geografiche, …e quindi il vino devo berlo per forza, altrimenti qui si arrabbiano tutti e mi scacciano via dal villaggio[…].

      • rO rO

        Sorrido ogni volta che ti leggo perché ti immagino come una collega che ho a Verona. Chissà se le assomigli! 🙂

        • se lei è alta e bona…..ohhh…. beh…… U_U sarebbe davvero bello poterle somigliare!

          • rO rO

            Veramente no. E’ piuttosto abbondante. Ha forse 46 anni e ha appena avuto due gemelli. I primi figli. Si è sposata pochi anni fa con un uomo più giovane di lei conosciuto a Parigi. La vedo come una donna che si sa godere la vita, molto schietta, intelligente. Tu sei sicuramente più giovane e più bona!

            • oh putain… O_O
              non so se a 46 anni il mio corpo sarà in grado di gestire due pupi contemporaneamente!
              L’idea mi intimora…
              Coooomunque, sì, sono sicuramente più giovane e più Mona ( 😀 piccolo prestito linguistico dal…milanese, se non sbaglio)
              …però sai, l’uomo conosciuto a Parigi è proprio una storia da me *_*

      • M2 M2

        Hey, certo che ti piace da morire per davvero: ci stavi rimanendo secca! 😉
        Come sta la bottiglia che avevi accanto?
        E’ un bel vino, con molta storia alle spalle, ma pochi riconoscimenti fino a qualche anno fa. Usato per tagliare vini più pregiati senza farlo sapere troppo in giro, alla fine è stato apprezzato anche fuori dal suo ambiente. L’ultimo che ho bevuto è questo (se il link non viene falciato): http://www.donnafugata.it/prodotti/Sherazade.aspx

        Per restare tra i temi e le metafore del blog, se fossi un lettore di Jane Austen credo mi farebbe venire in mente il Colonnello Brandon. Ma non sapevi che qui si annidano mangiatrici d’orso?

        • oh a giudicare dalla descrizione, Sherazade dev’essere buonissimo. Intenso e scaltro come la vera Sherazade? Un vino scaltro… Non avrei mai immaginato di definire un vino, così!
          Bah.
          La bottiglia è stata nascosta da poco (e lo giuro!) da una vasca per pesci, due nuovi pescetti, appena arrivati. Forse dovrei riordinare un po’ qui intorno, ma…
          non mi perderò in ulteriori dettagli esplicativi.
          Grazie per l’attenzione e per il brivido su “si annidano mangiatrici d’orso” ._.
          Cert’è che se l’orso è gommoso e colorato, alloooooora……..

          • M2 M2

            Penso che l’idea orginale fosse di suggerire voluttà, piuttosto che scaltrezza, ma il vino a me è piaciuto.
            I Gummibären conquisteranno il mondo 😀

  2. eh gran belle scelte vinicole, apprezzo molto 🙂

  3. Daniele Daniele

    Alla fine l’hai mangiato il lupo o lui ha mangiato te?
    O magari avete fatto pace.

    • rO rO

      Oggi di nuovo petto di anatra. Ieri mi era piaciuto troppo!

      • Daniele Daniele

        Una strage di volatili!

  4. Ho scritto un post sul vino. Sì, diciamo sul vino e ok, lo ammetto, il titolo l’ho rubato da qua.
    Detto questo, penso che solo Cappuccetto rOsso possa sapere quale vino stia portando con sé. O forse sua madre, qualora sia stata lei a preparare il cestino. Di certo però, Cappuccetto rOsso il lupo non lo sbranava. E nemmeno si faceva mangiare da lui. Al limite era il lupo a decidere di mangiarla. Sempre che lei non volesse seminarlo.
    Lui intanto le scriveva. Quando lei lo pensava, lui compariva.

  5. ma con la carne di lupo va senz’altro bene un Amarone della Valpolicella (e cappuccetto lo sapeva, dai retta…).

  6. italianamentescoretta italianamentescoretta

    Col frascati, lo ammetto, non ce la farei nemmeno io. Per il gusto. Per l’impatto. Mi farebbe male allo stomaco. Ed alla testa. E poi oh, fuori dai denti, l’occhio vuole la sua parte, e ci sono bottiglie di frascati veramente brutte…
    Detto questo, io non me ne intendo, però, ecco, alcuni amici, mi hanno fatto bere Sassicaia, varie annate. A me è piaciuto. Non male la Toscana, per i vini intendo…

    r.

    • Sassicaia?!?! Costa tantissimo!!! Quando mi inviti a bere qualcosa?!

    • rO rO

      Mi piace il sassicaia!

  7. Vabbè… Mi hai fatto venir voglia di mangiare e bere robba buona!!! 😀

  8. Un vino di sangue forte da bere quando si cena pensando al lupo cattivo. Cappuccetto Rosso ha provato ad andare nel bosco? perchè solo lì sta il lupo cattivo 😛

  9. Cappuccetto rO e il lupone mascherato | FarOVale Cappuccetto rO e il lupone mascherato | FarOVale

    […] post segue a: – Cappuccetto rO – Cappuccetto rO e il suo […]

  10. Cristopher toph Caietti Cristopher toph Caietti

    A me piace molto il vino e il buon cibo.Come te però però posso bere poco e poi non mi piace ubriacarmi.

    • rO rO

      Fisicaccio anche tu, eh? 😉

      • Cristopher toph Caietti Cristopher toph Caietti

        Sì abbastanza. 🙂

        • rO rO

          Mi sorge un dubbio: hai visto che ti ho scritto, vero? Non che voglia risposta, ma solo accertarmi di non aver scritto ad altri.

          • Cristopher toph Caietti Cristopher toph Caietti

            Sì l’ho vista ora rO. Sono tornato alla frenesia Londinese. Sarai accontentata.

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: