Skip to content

Tre volte a settimana, quando posso

Premessa: chi scrive è sotto endorfine, birra e musica.

Auto, semaforo. Pensiero: cazzo, anche sto giro la tessera non passerà perché non ho rinnovato i venti euro di quota annuale. Cazzo, sessanta euro di quota mensile non bastavano? ( Nota: se non vi piace la parola “quota”, non continuate a leggere ). Cazzo, sono senza portafogli.

Arrivo. Ovviamente mi fa entrare. Lei, filippina, con orecchini d’oro pendenti a stella che continuo ad ammirare, mi dice che… che mi deve assolutamente raccontare della signora che oggi le ha chiesto di far la prova in palestra a gratis per un mese: era una stronza. Sì, sì, usa proprio quella parola. E come mia zia quando, dopo che non mi vede da sei mesi, mi prende per il polso e mi avvicina a sè per chiedermi se ho trovato un ragazzo, la tipa mi porta dentro lo spogliatoio. E io sto lì con il telefono e le cuffiette penzolanti, con la mia canzone preferita del momento in loop, e le sorrido.
Sì, sì, capisco.
E mi dico: fossero questi i problemi della vita!
Perché la signora filippina in questione di me ha stima, sa che ho una laurea ( oooh, una laurea! una ola, please! ) e poi io le ho insegnato ad usare lo striscia bancomat quando un giorno in cui suo marito non c’era lei era in panico. Abbiamo persino cambiato la carta! Oh, volete mettere? Mi fa tenerezza, diciamolo.

A me piace questa palestra. Perché ha grandi finestre che danno sul cielo ( e d’estate qualche volta ti godi dei tramonti che sembrano dentro una cornice ), un pavimento di legno verde, tanti maschi che veramente si allenano e poche femmine. Niente tute firmate e, diciamolo, ci stanno anche dei giovani tra l’albanese e il croato, che hanno tutte le loro cosine a posto, che sono pur sempre un amabile diversivo nei miei cinque kilometri di corsa.

Insomma, scheda nuova.
( Quelli che leggono blogs ci vanno in palestra? Chissà. Tutti nerds e basta? )

E sono lì che faccio le trazioni e arriva il titolare, vecchio, secco, volendo anche un po’ gobbo e un po’ bavoso, ma con un cappellino da baseball, e mi chiede se sono avvocato. Ah, be’. C’ha bisogno. Me l’aveva chiesto per altro anche un anno fa. E io sorrido. Gli rispondo pure dettagliando tutta la mia professionalità e poi vado avanti con gli esercizi.
E penso che é un mondo, questa palestra, così diverso dal mio abituale, che trovo tutta questa semplicità, leggera. Lo so, è solo un miraggio. E’ che mi piace non avere discussioni impegnative in quell’ora e mezza. Mi faccio i fatti miei oppure no, come mi viene e mi sento libera.

Ho finito.
Faccio per uscire e passo davanti a lei che mi rincorre: “Scusa, scusa, posso chiederti una cosa?” E io sorrido. Pacifica. Figuriamoci, con tutto quello che ho sudato, sono pacifica sì.
“Ma tu sei fidanzata? Perché il tipo con cui stavo parlando, ecco, sarebbe proprio buono per te. E’ tranquillo, come te.”
E mi sorride.

E io penso: tu credi di parlare con una tranquilla? L’ultima volta che mi hanno rimbalzato, il tipo mi ha detto che aveva trovato una “più tranquilla”.

Questa cosa mi fa ridere. Molto ridere.
Se solo sapesse con chi il poveretto avrebbe a che fare. Poraccio. Già mi potrebbe far pena.

Se non puoi essere te stesso, almeno sii Batman.
E il tipo per altro non l’ho proprio neanche visto. Potrebbe essere chiunque.
Questo per far capire con che spirito ci vado io in palestra.

Soundtrack ( rubata ad un altro blog ma che mi piace tanto ) : Brunori sas – Come stai ma anche quella del post di B. ci sta tanto bene.  Big Scary – Thinking about you.

45 Comments

  1. M2 M2

    Certa gente non comprende che le persone che si fanno le quote loro sono proprio le meno tranquille che esistano…
    A margine noterei che, forse, ad una persona non tanto tranquilla può giovare l’accompagnarsi ad una persona tranquilla, per via di quel vecchio luogo comune che gli opposti si attraggono. Non voglio farmi le quote tue, ma forse potresti dare un’occasione al tipo.
    (mi rimbalza nel cervello un: “Salga a bordo, quota!”, ma sarò normale?)

    • rO rO

      Al momento veramente non saprei dire chi era. Vedremo 🙂 Quanto dall’essere attratti dagli opposti, io credo più nelle affinità.

      • M2 M2

        Credo che in quel campo non esistano regole e i luoghi comuni li ho provati ahimè tutti senza successo 😀

  2. Alice Alice

    una sera sono entrata in una palestra per caso e non so come, la tipa alla reception è riuscita a convincermi a sottoscrivere un abbonamento di ben 18 mesi
    (forse mi ha drogata!?)
    ci vado una volta ogni tre mesi, pagando in pratica 120 euro a lezione, ma guarda un pò, questa sera è stata quella giusta e sono appena tornata
    🙂
    e sono molto soddisfatta!
    A

    • rO rO

      E io ti capisco, credimi.

  3. sui “cinque km di corsa” m’è venuto l’affanno. Ma forte, eh.

    • rO rO

      Basta iniziare in una giornata in cui hai la testa dentro ad un frullatore. Tu vai. Poi ti accorgi che 5km non sono poi molti.

      • credo sia emblematico che io non abbia mai comprato delle sneakers adatte alla corsa.
        A malapena ho una tuta decente…
        non so nemmeno se l’Adidas va più di moda 😀

  4. Pensa che a me la gente rinfaccia di non essere abbastanza agitato. Mai avuto un giorno d’ansia (solo 20 minuti, nel giugno 2009), mai un giorno di stress, mai litigato o battibeccato da quando avevo 9 anni. Il mio segreto? Quando qualcosa/qualcuno tenta di farmi incazzare o intristire, penso alla situazione vista da Plutone. Davvero poca cosa…

    • rO rO

      E ridi anche molto o sei apatico? Zuccheri? Alimentazione? Fa tutto Plutone? In che mese sei nato? Sei figlio unico? Mancino?

      • Diciamo che sorrido molto spesso, naturalmente. Ma farmi ridere a crepa pelle è prerogativa di pochi. Alimentazione normale, nessuna follia o limitazione, bado molto a contenere le dosi, ma mangio qualsiasi cosa mi vada a genio. Oltre a Plutone mi aiuta molto aver trascorso l’infanzia all’aria aperta, sballottolato da un parente all’altro, figlio di tante persone sostanzialmente. Sono nato il 21 dicembre, ho un fratello che esteriormente non ha niente di simile a me (spiritualmente l’affinità è maggiore). A livello di arti sono fluttuante, nel senso che faccio alcune cose con la destra, altre con la sinistra. Ad esempio scrivo con la destra ma suono il basso con la sinistra. Affondo la zappa con la destra, ma tiro calci con la sinistra. Un casino!
        Comunque sia impartisco lezioni gratuite di serenità, se sei interessata. ^_^

        • rO rO

          Ecco, lo sapevo!! Per il basso intendo!! :)))
          Un giorno che faccio un giro da mia zia, ti scrivo e ci vediamo. Che poi mi pare che abbiamo in sospeso una festa barbecue o qualcosa del genere da qualche post fa. Vero Fa, Vale?? ( chissà se leggono… )
          Grazie di tutte le risposte e dei dettagli. Bello!

          • Ahahah la festa barbecue!! Splendida! Sìsìsì, io vivo per le feste in spiaggia lungo il Po! La prima di questa stagione l’abbiamo fatta addirittura venerdì scorso. Quattro gatti, 3°C di temperatura e un vento gelido da far staccare la faccia. Ma se si decide per la festa, che festa sia!
            Vi aspetto!

            • rO rO

              :))

        • Bachelorette Bachelorette

          Io ci sto!! Festa barbecue!!! 🙂

  5. Io la palestra la odio. Però correvo. Uso l’imperfetto perché è un mese che sono fermo. Risentimento del nervo sciatico. Avevo iniziato da sei mesi. Risonanza programmata per capire. Il 25 sapremo. E di km ne facevo 10, porca pupazza. E mi piaceva, ma tanto che non hai idea. Lo spero, di riuscire a ricominciare. Perché mi manca proprio tanto. Come atto di fiducia ho comprato le scarpe, ché con le mie avevo fatto 500 km.
    E andavo 4 volte a settimana, la mattina presto prima di andare al lavoro.

    • rO rO

      Porca pupazza?? AH AH AH !

      • Cacchio manco nerd… toppo pure il nesting delle risposte!!! 😀 😀 😀

  6. Mi piace che tu abbia la curiosità rispetto ai lettori del tuo blog 🙂
    Non sono una nerd, ma non adoro la palestra. Però ci vado, con lo spirito di andare a rilassarmi, e prima di andarci mi inventerei mille scuse ma quando sono dentro mi rilasso da morire. Perchè io la palestra la vivo in modo diverso dal tuo, preferisco non parlare, non è per me un luogo di aggregazione ma di ritiro con me stessa, faccio i miei esercizi, penso, rifletto, mi rilasso, sto in silenzio, non devo comunicare con l’esterno, ascolto musica. Questa è la palestra che mi piace, tre volte a settimana quando riesco a trovare il tempo 😉
    Bel post comunque!

    • rO rO

      In realtà anche io parlo poco. Quando guardo Vale ( l’altra scrittrice di questo blog ) mi dico che lei sì che socializza e io a confronto sono quella antipatica. E’ che come tolgo le cuffiette pare che siano tutti lì a voler far due parole. In definitiva trovo piacevole il switch on/off dato dall’ascoltare musica o meno.

  7. io nient epalestra, però da più di 15 anni tutti i martedì sera ho la consueta partita di calcetto con gli amici (vale?)
    e batman non mi piace, posso essere wolverine? o in subordine ralph supermaxieroe?

    • rO rO

      Vale! Vale la partita con gli amici anche di più! Per la scelta del supereroe, devo dire che la foto del gravatar non aiuta.

      • Haha meno male
        Eh in effetti è una foto abbastanza suoereroistica. Capitan Parigi?

  8. Io leggo blog e non sono nerd. Non vado in palestra ma in piscina tutti i giorni. Cerco di essere Topper e, quando non posso, sono me stesso. Però Batman è più figo.

    • rO rO

      Ho finito la lettura. Volevo dirtelo. Bah.

      • Il bah mi fa pensare.

        • rO rO

          Anche a me.

          • Dopo la palestra, la tua, forse ne saprò di più.

            • rO rO

              Tu pensi di scrivere un post nelle prossime ore? Ho bisogno di integrazioni.

              • Ci sto pensando seriamente.

                • rO rO

                  Apprezzo l’ironia. Il sarcasmo lo adoro.

                • Io vado matto per le farfallette al salmone.

                • rO rO

                  Se cercavi di offendermi devi andarci più pesante.

                • Offenderti io? E perché? Semmai le farfallette.

                • rO rO

                  Belle le farfallette 🙂

  9. “Quelli che leggono blogs ci vanno in palestra? Chissà. Tutti nerds e basta?”
    Naaa… ogni volta che non sono all’università, sono in palestra 😉
    Senza quelle due-tre ore di allenamento e conversazioni sul nulla, sarebbe dura mantenere un minimo di salute mentale, no?!

    • rO rO

      Io e le mie altre personalità siamo pienamente d’accordo con te! 😉

  10. woody85 woody85

    Ciao ho scelto il tuo blog per il premio Liebster Blog Award! Per il riferimento guarda al seguente link
    Spero ti faccia piacere, complimenti per il blog!!

    • rO rO

      Porta pazienza. I premi ci fanno ovviamente piacere ( branco di egocentrici che siamo! ) ma la catena non molto. Tutto qui.

  11. Daniele Daniele

    Io ho smesso di andare in palestra per il timore che la gente mi rivolgesse la parola, pensa te… Forse sembro sociopatico, ma in realtà era solo perché l’interazione non richiesta interrompeva la mia catarsi. In realtà qualcuno lo pensa davvero che sono sociopatico, ma io credo sia solo timidezza.
    Prima giocavo a calcio e lì si che uno si isola, e alla fine della partita, tra la fatica e la sospensione temporanea dalla realtà, sei un altro. Pacifico pacifico.
    Ora vado a cavallo, ed è un po’ la stessa cosa: ci sei tu e c’è l’equino (che non parla, per lo meno il mio), fatichi ma non troppo ed è anche divertente.
    La corsa non fa per me, invece. Non ne colgo lo scopo, se non quello di sudare. E io ho bisogno sempre di uno scopo. Meglio la bici, se proprio proprio.
    Invece adoro camminare e se è ripido è meglio, perché mi dà lo scopo: la vetta.
    Insomma ho un po’ divagato, una specie di flusso di coscienza ispirato da questo post.

    • rO rO

      Uno sportivo decisamente!

      • Daniele Daniele

        Solo per divertimento, e sfogo. Proprio non potrei farlo “perché fa bene”.

  12. Ho davvero letto “Come stai” di Brunori? Fulmini e saette, non me la sarei mai aspettata!
    Ti ho persino immaginata un po’, con quel sorriso divertito dopo la palestra. Non so, non ce li faccio dei grandi fan dei macchinari, i bloggers. Però posso assicurarti che piace loro correre 😀

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: