Skip to content

Tra poco è il mio compleanno e Babbo Natale è un cialtrone

 

È settembre, giornate più corte, ansia lavorativa che però adesso scema, ok è venerdì sera, birretta. Ci son quelli che iniziano a vivere dopo le 18.00 e ci sono quelli, come me, che hanno un lavoro invidiabile e dopo le … le 19.00 bevono una birretta sul terrazzo.

Ora, tu che stai leggendo, ti chiedi ogni tanto che senso ha avuto la tua giornata?
Io oggi salvo: una conversazione con un collega, lo spaghetto con il polipo fatto secondo la ricetta dello zio Ignazio, le chiacchiere con un amico che sta ai piedi delle Ande.
Poca roba.
Certo, tutto dipende dalle priorità che uno ha nella vita.
Ad ogni modo prossimamente vorrei dare un senso maggiore ad almeno un paio di giornate: il mio compleanno e Natale. Per la prima ho preso ferie, ma al lavoro si stanno già portando avanti con possibili riunioni proprio in quel giorno.
Per quanto l’organizzazione sia una delle cose che mi riesce meglio nella vita, pare che i miei desideri di
– sesso sfrenato, tanto, di buona qualità e a lungo,
– cena familiare in ristorante con lucette romantiche, vista sul parco, ottimo cibo e vino,
– tantissimi regali a compensazione degli ultimi anni di magra,
– vestizione con scarpe nuove estive,
non verranno esauditi. E non ho neanche elencato i desideri veri, quelli irrealizzabili!
Mi sono quindi attrezzata, sempre per tempo e in vista del giorno dedicato a San Gennaro, a supplire la pratica, affidandomi alle stelle. Insomma, ho scaricato il programmino, che ormai hanno tutti,  per la mappatura del cielo. Scopo ultimo: avvistare una stella cadente seria ed esprimere qualche desiderio. Tra un po’ si prova.
Per Babbo Natale mi sto portando avanti.
Negli ultimi anni ho scritto lettere ( Ufficio Postale di Santa Claus Tel. 020-4523120, www.santaclaus.posti.fi; FIN-96930 Artic Circle ) e emails al cialtrone. Sì, alla mia tenera età, sono un’inguaribile romantica. Ma almeno non ho gatti, almeno questo sia messo agli atti. Comunque, mai un regalo. Così ho deciso: martedì prossimo sono lì. Ho un volo alle 6.45 per Helsinki. Scalo ad Amsterdam, che magari m’è di conforto. Poi pranzo con orso e salsina di more artiche, caffè e caccia al vecchio.
Pare che si sia fatto costruire una nuova grotta grandissima, piuttosto impressionante, con un enorme meccanismo ad orologeria che rallenta la rotazione terrestre in modo da poter raggiungere tutti i bambini della terra la notte di Natale. Seh, proprio. Ho letto sulla guida Lonely Planet che non si fa pagare per un colloquio privato ma che non gli si possono scattare delle foto perché il suo fotografo le vende a pagamento a 25 euro e oltre.

 

Soundtrack: Buon Compleanno Bambina – Edoardo Bennato

5 Comments

  1. Simo Simo

    Ora, io che sto leggendo, mi chiedo ogni tanto che senso ha avuto la mia giornata. Difficilmente riesco a salvare granché, ma oggi questo post potrà essere inserito nella top 3 delle cose che avrò salvato a fine giornata. Mi ha fatto tanto sorridere!

    • rO rO

      Stai messa bene, pure tu!

      • Simo Simo

        Eh, fai un po’ te!

  2. E quali sogni si sono avverati, per il compleanno, e quali no? Son curiosa, ora!

    • ro ro

      Be’, ad Helsinki ci sono andata, per lavoro in realtà. Sesso sfrenato non lo ricordo. Non ricordo neanche di aver usato molto le mie scarpine tacco 12, né di aver pranzato con i miei cari. Fortunatamente per ora però sono ancora viva e c’è sempre la possibilità di rifarmi. Tra qualche mese magari aggiorno la lista.
      Babbo Natale tuttavia rimane un cialtrone di fama intergalattica.

Comments are closed.

Scroll Up
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: